Sandali gioiello e matrimoni vanno d’accordo?

Sandali gioiello e matrimoni vanno d’accordo?

Ti hanno invitata a un matrimonio e non hai ancora deciso che scarpe mettere? Ormai siamo entrati nella bella stagione e se stai pensando a un bel paio di sandali aperti sei sulla buona strada.

Un’invitata perfetta fa molta attenzione a cosa indossa alla cerimonia: tiene conto della lunghezza e del colore dell’abito (mai il bianco, lo sapete) e anche di come abbinare al meglio scarpe e accessori. Se ci sono delle calzature che vengono subito in mente quando si pensa ai matrimoni sono sicuramente i sandali gioiello. Alti, bassi, d’oro e d’argento, con tante pietruzze o un grande prezioso centrale: ce ne sono così tanti che scegliere sembra impossibile.

Ecco che quindi abbiamo selezionato per voi delle regole di buon costume che è sempre bene seguire quando si parla di sandali da cerimonia. In questa breve guida ve le presentiamo. Obiettivo: scoprire tutti quei piccoli segreti per essere sempre alla moda e appropriate, anche durante un matrimonio. Iniziamo!

Sandali gioiello: il galateo

Potrà sembrarvi strano, ma esiste un vero e proprio galateo per i sandali aperti: un vademecum fashion pieno di indicazioni utili su quando indossare questo o quel modello. Ecco le regole più importanti da tenere sempre presenti:

  • I sandali dal tacco largo: si tratta dei sandali da giorno per eccellenza. Sono da indossare quando il dress code non è eccessivamente elegante, quindi sono escluse cerimonie come il matrimonio. Dato che devono essere indossati tutto il giorno, non dovrebbero superare i 5 cm di altezza.
  • I sandali con tacco alto: il tacco a spillo è un’ossessione per molte. Secondo l’etichetta va sfoggiato solo di sera e durante le cerimonie diurne. Andrebbero indossati con una pedicure perfetta e uno smalto non troppo appariscente.
  • Sandali e collant: ormai sembra quasi anacronistico da dire, ma il galateo vuole che i sandali estivi o invernali che siano vadano indossati con i collant. Velare la gamba è necessario anche durante la stagione estiva.
  • I sandali gioiello: amati da tutte, i sandali gioiello sono da indossare solo la sera, pena risultare eccessive. La stessa scarpa usata di giorno e al calar del Sole avrà un effetto completamente diverso.
  • Viva la sobrietà: la semplicità è sempre la regola numero uno quando si parla di moda. Soprattutto quando progettate i vostri primi look, cercate sempre di andare sulle tinte unite e di non esagerare con le decorazioni. La parsimonia vi porterà lontano.

Sandali gioiello da cerimonia: cosa e come indossarli

Ora che abbiamo fissato qualche paletto per indossare come si deve dei sandali gioiello e non, parliamo di quando il gioco si fa serio: è il momento di scegliere le scarpe per il matrimonio.

La prima cosa da fare per fare la scelta giusta è farsi delle domande. Quando sarà il matrimonio? Di mattina, di sera o entrambi? Ho già deciso che abito mettere? Di che colore è? Rispondere semplicemente a qualche domanda, renderà già automaticamente più chiaro verso quale paio di sandali andare.

In generale, consigliamo un tacco basso per le cerimonie diurne. Con una media tra i 5 e i 10 centimetri risulterai elegante e riuscirai comunque a muoverti senza problemi. In fatto di colori sentitevi più libere nelle ore del giorno: in base al vostro abito, potete scegliere tinte pastello o accese andando oltre il semplice bianco e nero.

Quando scende il buio le regole cambiano: di notte è fondamentale brillare! Dei sandali gioiello sono la scelta migliore, meglio se con tacco alto. In quanto a colori, la notte esige tinte neutre, anche perché la nostra visibilità è naturalmente ridotta e quelle più accese sembreranno grigie, spente.

Queste sono le semplici regole da seguire per scegliere la scarpa perfetta al tuo prossimo matrimonio estivo. Pronta a festeggiare?

Leggi anche l’articolo: Fedina fidanzamento: cosa cambia tra anello di fidanzamento,