Imparare a guidare le Pit Bike: come fare e da dove cominciare

Imparare a guidare le Pit Bike: come fare e da dove cominciare

Sei un appassionato di motori e vorresti imparare a guidare le Pit Bike? Ti spieghiamo in questo articolo come fare e da dove cominciare, basandoci sui consigli di Mobster, distributore unico in Italia di Pit Bike YCF.

Innanzitutto una precisazione: cosa sono le Pit Bike?

In effetti, per la maggior parte delle persone, le Pit Bike sono delle moto, ma hanno una storia particolare e possiamo definirle come un prodotto a sé stante, differente da ciò che siamo abituati a vedere su strada.

Le Pit Bike sono mini moto da cross che si possono guidare senza patente e senza versare il bollo. Parliamo di una versione di moto accessibile a tutti, più grandi e più piccoli. Rispondiamo, pertanto, ad alcuni dei dubbi principali prima di imparare a guidare le Pit Bike.

Chi può guidare le Pit Bike?

Come anticipato, per guidare le Pit Bike non è necessario disporre di alcuna patente. Chiunque acquisti una Pit Bike può tranquillamente guidarla, dai più piccoli, quindi anche minorenni, fino agli adulti.

Proprio per questo, le statistiche sull’età media dei piloti di Pit Bike riportano età molto variegate: dai 9 anni fino ai 60 anni, c’è spazio per tutti!

Per cui, indipendentemente da quale sia il tuo anno di nascita, c’è sempre tempo per imparare come guidare le pit bike.

Ad onor di cronaca, è comunque possibile individuare un’età media di circa 27 anni.

Dove si può andare con le Pit Bike?

La domanda più ricorrente è, però, dove puoi guidare la tua Pit Bike. La risposta è che le Pit Bike si possono guidare solamente su strade private o circuiti autorizzati.

Ciò motiva l’assenza di patente come prerequisito per guidarle e la mancanza di un bollo da versare.

Non c’è, comunque, da preoccuparsi. La diffusione del fenomeno, negli ultimi 10 anni, è stata così forte da giustificare l’apertura di almeno un circuito in ciascuna Regione ed è difficile che ce ne sia solamente uno.

Per cui, molto semplicemente, ti consigliamo di cercare direttamente sul motore di ricerca “Circuito Pit Bike” e i risultati saranno già geolocalizzati rispetto alla tua posizione.

Quanto costa guidare le Pit Bike?

A differenza di quanto si possa immaginare, guidare una Pit Bike ha un costo relativamente basso che si aggira tra i 20 e i 30 euro, in base al circuito.

È opportuno precisare che questo è il costo per girare normalmente, non riguarda eventuali gare e corse agonistiche che, invece, costano intorno ai 50 euro. Nulla di eccessivo in ogni caso.

Nella considerazione della somma è poi da considerare anche l’iscrizione all’UISP, mentre per le gare si aggiungono, inclusi nel prezzo, cronometristi, arbitri e ambulanza.

Come guidare le Pit Bike

Per chi non ha mai fatto esperienza di guida su moto, il primo approccio con le Pit Bike può intimorire, ma in realtà è veramente accessibile.

Il primo consiglio che ti diamo è di scegliere un istruttore e non cominciare completamente solo. L’istruttore ti insegnerà tutta la serie di esercizi fondamentali per mantenere la stabilità sulla moto, la corretta posizione per evitare problemi alla schiena e come gestire le curve.

Si tratta della soluzione ideale per imparare le basi in brevissimo tempo e goderti appieno la bellezza di questa stupenda disciplina, oltre ad evitare piccoli fastidi per postura e un adattamento con tempi più lunghi.

Ci teniamo a sottolineare che gli incidenti registrati su Pit Bike siano molto rari e quasi tutti di lievissima entità, per cui è davvero uno sport sicuro.

Dagli esercizi di postura fino ai 4 principali di tenuta su pista (“Stop & Go”, “Slalom”, “L’Otto” e “Doppio Slalom”), hai davvero tanto da imperare e ancora di più da divertirti.

Che aspetti, sei pronto a cominciare?