Affittare la propria abitazione come set conviene

Affittare la propria abitazione come set conviene

Abitare nella casa dei nostri sogni è senza dubbio un obiettivo che tutti noi aneliamo: vivere in un ambiente disegnato sulla base dei nostri gusti è un’ambizione comune; tuttavia perseguirlo è sicuramente oneroso, non solo per il costo d’acquisto, ma anche per le spese riguardanti l’arredamento, l’area esterna (giardino, parco e simili), la sicurezza e il mantenimento dell’intero blocco abitativo.
Queste spese costituiscono un onere non indifferente per chiunque, capace anche di scoraggiare dall’effettuare un tale investimento.
Per far fronte a tali impegni, e anche per nutrire il nostro ego, esiste una soluzione perfetta: promuovere la nostra casa come set.

Perché affittare la propria abitazione come set

Noleggiare la nostra bella magione per essere utilizzata come location per riprese televisive, cinematografiche o per servizi fotografici, si può rivelare un ottimo investimento per riuscire a fare fronte alle sue spese di mantenimento; inoltre è sicuramente divertente, affascinante e gratificante, oltre che remunerativo, mettere a disposizione delle agenzie di location, o di singoli professionisti, la nostra dimora.
Le motivazioni per fare questo sono varie: da uno studio effettuato da operatori del settore, la quasi totalità delle abitazioni adibite a tale scopo costituiscono la casa principale dei proprietari, il che significa un cambiamento delle abitudini, se non un disagio, per i componenti della famiglia durante lo svolgimento dell’attività fotografica / televisiva.
Devono essere presenti, dunque, forti stimoli per promuovere una tale attività nella nostra casa:

  • guadagno: se raffrontato ad altre forme di affitto a breve scadenza, questo presenta un introito non indifferente, che può permettere di affrontare senza sforzo sia le spese vive derivanti dalla conduzione dell’abitazione, sia di incassare utili da impiegare per qualsivoglia attività desideriamo, anche nel miglioramento della stessa magione
  • soddisfazione personale: una volta ultimato il servizio, dopo l’attività di montaggio e i vari interventi post-produzione, il vedere la propria casa su riviste, film o serie televisive può essere indubbiamente emozionante.

Oneri per il padrone di casa

Durante le operazioni di produzione, al proprietario dell’abitazione è richiesto di occuparsi dell’apertura e chiusura della location, dal momento che l’intero staff è costituito da professionisti in grado di portare a termine la propria attività senza causare danni alla proprietà altrui e sono abituati ad essere autosufficienti.
In alcuni casi vi è la possibilità di presenziare ai lavori di realizzazione, cosa che comporta la nascita di un rapporto speciale tra l’equipe e il proprietario.

Caratteristiche di un set in casa

Non c’è una particolare ricetta da seguire per poter arredare al meglio la propria abitazione al fine di renderla appetibile all’utilizzo come set di qualsiasi natura.
In realtà le migliori location sono proprio quelle attrezzate seguendo il gusto e la volontà del proprietario; eventuali modifiche possono essere effettuate, ma solo temporaneamente, esclusivamente dopo il consenso del padrone di casa.
Da tenere presente che la scelta è subordinata dalle esigenze di copione della produzione, sempre nel rispetto della proprietà.

Dal momento che tale attività consiste nel mettere nelle mani di estranei il proprio ambiente domestico, anche se limitatamente al periodo di tempo necessario alla produzione, l’ideale è rivolgersi ad un’agenzia di location che, essendo composta da seri professionisti con elevate competenze nel settore, possono gestire senza difficoltà l’intero iter procedurale, dall’acquisizione alla liquidazione, garantendo anche una continuità nell’attività di noleggio del set.
Inoltre, questi professionalità conoscono bene come creare un set fotografico in casa: puoi rivolgerti con fiducia per informazioni e consulenza sul mondo delle location per set a: https://www.loft55-location.it/servizi-location-scouting/.