Come arredare casa con il camino a bioetanolo da parete

Come arredare casa con il camino a bioetanolo da parete

I caminetti a bioetanolo da parete rappresentano oggi una soluzione economica e funzionale per arredare casa, in quanto sono molto versatili e il loro utilizzo non si limita alla sola zona giorno. Si possono infatti utilizzare in qualsiasi stanza come ad esempio della camera da letto, del soggiorno o del bagno. Inoltre si tratta di strutture indipendenti che è possibile spostare da un luogo all’altro a seconda delle proprie esigenze. In riferimento a quanto sin qui descritto, vediamo nel dettaglio che cos’è un camino bioetanolo e come sfruttarlo per arredare e riscaldare casa.

Quali caratteristiche ha un camino a bioetanolo da parete?

Contrariamente a quanto si crede i camini bioetanolo non sono molto grandi, e questo è già un notevole vantaggio specie se si tratta di inserirli in una parete dove sono presenti altri mobili. Inoltre è importante sottolineare che essendo di ridotte dimensioni e con uno spessore minimo, il camino a bioetanolo da parete può essere anche utilizzato come centrotavola. Indipendentemente da ciò, va altresì aggiunto che sul mercato compreso quello online sono disponibili vari modelli di caminetti a bioetanolo che non producono fuliggine, fumo e sono praticamente inodore.

Inserire il caminetto a bioetanolo da parete nel soggiorno

Gli interni ampi e spaziosi dei soggiorni in particolare quelli con pareti ampie, rappresentano un ambiente perfetto per installare un caminetto bioetanolo. La struttura infatti può essere montata a parete o a seconda del modello integrata nel muro (ad incasso). Una cavità della parete vuota non funzionale è in tal senso un ottimo posto per posizionare un camino a bioetanolo. La vista di una superficie piena di fiamme danzanti animerà il luogo e darà carattere agli interni insieme ad alcuni attraenti elementi decorativi.

Il caminetto a bioetanolo nell’ambiente soggiorno può tuttavia essere ulteriormente arricchito con l’uso di materiali come vetro, metalli o anche inserti in legno in sintonia con i mobili presenti nel contesto. Per fare un esempio in merito se si dispone di una parete su cui vengono posizionate delle strutture modulari dove in genere si ama installare un televisore, un impianto Hi-Fi e libri, un camino a bioetanolo allo stesso modo rappresenta un’integrazione decorativa ed ideale per riscaldare l’ambiente adeguatamente.

Optare per un caminetto a bioetanolo da parete in camera da letto

Un camino a bioetanolo nella camera da letto può svolgere sia la funzione decorativa che quella di riscaldamento. A seconda delle dimensioni della stanza, questa funzionale struttura può fornire il calore e creare un ambiente piacevole nella stanza. Tuttavia è importante tenere a mente le dimensioni e i livelli di ventilazione del contesto, in modo da decidere quale tipo di caminetto a bioetanolo utilizzare. Anche in questo caso l’installazione può avvenire ad incasso in una parete oppure sfruttare un vano libero di un armadio.

Aggiungere un biocamino nella stanza da bagno

Come ulteriore dimostrazione della grande versatilità in termini d’uso di un caminetto a bioetanolo da parete, vale la pena sottolineare che questa struttura anche in bagno può offrire una rilassante fuga dal resto del mondo soprattutto dopo una lunga giornata di lavoro. Come per le altre stanze della casa, il caminetto si presta infatti sia per l’incasso delle piastrelle di una parete della stanza da bagno che in mobili preesistenti o appositamente creati.

Optare per l’uso di questa struttura significa tra l’altro creare le condizioni ideali per godere del massimo relax, specie se nel contesto si intendono anche aggiungere altri elementi in grado di garantire cromoterapia e aromaterapia. Il bagliore delle fiamme tra le piastrelle di ceramica o marmo può tra l’altro rivelarsi piacevole alla vista, risultare decorativo e soprattutto riscaldare al punto giusto l’ambiente rendendo agevole sia la quotidiana routine di igiene che dopo l’uscita dalla vasca da bagno.