Segnaletica stradale temporanea: tutto quello che devi sapere

Segnaletica stradale temporanea: tutto quello che devi sapere

Secondo la normativa vigente, il Decreto Ministeriale del 10.07.2002, tutti i cantieri stradali vanno opportunamente segnalati.

Lo scopo è quello di avvisare in tempo gli utenti della strada fornendo loro le indicazioni necessarie per capire in anticipo come comportarsi nei confronti del cantiere stradale che il conducente del veicolo andrà ad affrontare, sia di giorno che di notte.

Si tratta dunque di una materia che riveste una grande importanza, dato che riguarda la tutela e la sicurezza degli utenti della strada così come quella di tutti coloro i quali operano all’interno dei cantieri.

Grazie ad una adeguata segnaletica stradale, è dunque possibile rendere più sicuro un cantiere e la strada che ne è interessata. Tali accorgimenti sono necessari a prescindere che si tratti di un cantiere permanente o temporaneo, in quanto il potenziale pericolo per gli utenti della strada è il medesimo.

A tal proposito andiamo di seguito ad approfondire determinati aspetti che riguardano proprio la segnaletica stradale temporanea.

Quando è obbligatorio utilizzare la segnaletica stradale temporanea?

La normativa prevede che la segnaletica stradale temporanea debba essere applicata, relativamente ai cantieri o lavori stradali, quando questi hanno una durata inferiore ai 2 giorni.

Tale segnaletica può includere tutti i dispositivi che puoi trovare sul sito di Sibeshop. Per cantieri la cui durata è compresa tra i 2 ed i 7 giorni si adopera la segnaletica parzialmente fissa, mentre per lavori della durata superiore ad una settimana si procede con della segnaletica fissa, inclusa quella orizzontale.

Cosa si intende per cantiere temporaneo o mobile?

Per cantiere temporaneo o mobile si intende qualsiasi tipo di cantiere in cui vengano effettuati dei lavori in ambito edile o di ingegneria civile.

Parliamo ad esempio di lavori di costruzione ma anche riparazione e manutenzione, così come eventuale demolizione o trasformazione di qualsiasi tipo di opera a prescindere che questa sia fissa permanente o temporanea, indifferentemente in metallo, cemento o altro tipo di materiale.

Vengono annoverati tra questi anche i lavori di scavo e di installazione o rimozione di eventuali elementi prefabbricati adoperati in ambito edile o civile.

Quali sono le caratteristiche della segnaletica stradale temporanea?

Chiaramente la segnaletica stradale temporanea deve essere la medesima su tutto il territorio nazionale. Le varie tipologie di segnalazione devono quindi uniformarsi e riuscire a comunicare in maniera diretta e chiara con gli utenti della strada.

Per questo motivo la segnaletica stradale temporanea deve essere in grado di conformarsi al contesto in cui viene inserita in base alle caratteristiche della strada, condizioni di traffico e metereologiche.

Inoltre la segnaletica stradale non deve andare in contrasto con altra eventualmente presente: ciò significa che non devono essere posizionati allo stesso tempo cartelli relativi a segnaletica temporanea e quella permanente.

Inoltre la segnaletica stradale permanente deve essere perfettamente visibile in qualsiasi condizione di luce, dunque sia di giorno che di notte, e deve avere dimensioni, colori e caratteri come da normativa.

Queste precise caratteristiche della segnaletica stradale temporanea fanno si che gli utenti della strada possano facilmente riconoscere ogni tipo di segnale ed individuare senza possibilità d’errore il cantiere, adottando tutte le azioni necessarie per superarlo in totale sicurezza.

Quali sono le zone di identificazione del cantiere fisso?

In un cantiere stradale temporaneo, c’è una suddivisione in due aree in base alla direzione del traffico.

Vi è una prima zona che presenta della segnaletica stradale temporanea che si rivolge ai mezzi che sono in avvicinamento. A seguire c’è una seconda zona in cui è possibile trovare della segnaletica il cui scopo è quello di andare ad evidenziare l’area di intervento e la sua esatta posizione.