Assicurazione sanitaria per gli USA

Assicurazione sanitaria per gli USA

Viaggiare negli USA in maniera sicura e responsabile vuol dire non solo procurarsi tutti i documenti necessari e rispettare le prescrizioni normative, ma anche sottoscrivere una assicurazione sanitaria apposita, grazie alla quale è possibile ottenere ampia copertura in caso di ricovero ospedaliero, malattie e non solo.

Il premio che bisogna sostenere, ovvero il costo della polizza, è in genere molto contenuto e prevede spesso un massimale illimitato per le spese mediche. Ogni compagnia assicurativa offre numerose soluzioni per incontrare le esigenze diversificate di qualsiasi viaggiatore. Vediamo tutto quello che bisogna sapere sull’argomento e come sottoscrivere la polizza più adatta alle proprie necessità.

Viaggio in USA: cosa serve per partire senza stress?

Andare in America è di certo il sogno di molti che vogliono studiare, lavorare, visitare luoghi suggestivi e vivere nuove esperienze di vita. Per raggiungere validamente gli Stati Uniti d’America e non avere problemi di nessun tipo sarà necessario munirsi di passaporto in corso di validità e dell’Esta. Chi si trattiene oltre 90 giorni dovrà invece richiedere e ottenere il Visto USAA.

Quanto al passaporto è sempre consigliabile richiederlo con un certo anticipo rispetto alla data del viaggio, tutto questo per essere certi di non dover rimandare la partenza. La domanda per Esta, invece, può essere inoltrata direttamente sul sito ufficiale Estat Stati Uniti. Il documento ha una validità di 2 anni, salvo che non venga cambiato prima il passaporto.

Molti si domandano se per i viaggi in USA sia obbligatoria anche la polizza sanitaria. La risposta è no, quindi si può partire senza sottoscrivere un’assicurazione. Tuttavia sarebbe da irresponsabili non concludere un contratto assicurativo, tenuto conto che il prezzo di una polizza è molto contenuto, diversamente dalle spese mediche che bisognerebbe affrontare in caso di ricovero presso un ospedale statunitense.

Bisogna infatti considerare che una polizza assicurativa per andare come turista negli Stati Americani può avere una validità anche di 8 giorni e 7 notti e copre non solo le spese sanitarie, ma anche quelle legate a tutta una serie di eventi inaspettati, come ad esempio lo smarrimento dei bagagli, danni che vengono provocati involontariamente a persone e cose, ritardi del volo, annullamenti della partenza e molto altro ancora.

Il sistema sanitario americano è strutturata in maniera completamente differente rispetto all’Italia e al resto d’Europa. Nonostante gli interventi legislativi voluti da Obama, allo stato attuale non ancora c’è un vero e proprio sistema sanitario nazionale e questo vuol dire che per ottenere le migliori cure sarà necessario disporre di una polizza apposita. In America solo alcuni cittadini, che rientrano in determinate fasce di reddito, possono ottenere un’assistenza sanitaria statale ad ampio raggio. I turisti, di conseguenza, dovranno affrontare autonomamente le spese per ottenere le cure mediche, oppure potranno stipulare un’assicurazione.

Viaggio a New York e negli USA: perché è importante avere un’assicurazione?

Tutti coloro che decidono di visitare New York o altra città dell’America potranno sottoscrivere una polizza sanitaria personalizzata per ottenere numerosi vantaggi economici, nel caso di malori improvvisi o altri eventi che potrebbero rovinare la vacanza.

In questo modo, nell’ipotesi di problemi di salute, non sarà necessario affrontare grandi spese per ottenere una semplice prescrizione medica oppure per sostenere una visita specialistica. In America, inoltre, i ricoveri ospedalieri chiedono tariffe giornaliere che non sono alla portata di tutti. Ecco, dunque, che una polizza sanitaria può venire incontro anche in caso di ritardo di un bagaglio, rimborsando il viaggiatore per il disagio subito e per acquistare le cose necessarie in attesa che arrivi la valigia.

Oggi esistono polizze base e quelle che prevedono coperture extra, molte delle quali modulabili in base al tipo di viaggio che si deve affrontare. Insomma, tutto dipende soprattutto dalle specifiche esigenze. In tutti i casi la cosa importante è avere un’assicurazione sanitaria, da estendere anche agli altri familiari che affronteranno il viaggio. In modo da partire con la massima tranquillità.

Spesso, infatti, si viene presi dalla voglia di staccare la spina e dalla felicità di andare in vacanza, senza considerare che tanti imprevisti possono trasformare il soggiorno in America in un vero e proprio incubo.

L’assicurazione sanitaria per gli USA con servizi aggiuntivi include il più delle volte il risarcimento per l’annullamento del volto e altre garanzie che possono tornare utili e coprire ogni possibile rischio. Non mancano polizze che coprono malattie pregresse, ovvero che prevedono il rimborso delle spese mediche che sono legate ad una situazione medica già esistente prima del viaggio. Alcuni pacchetti assicurativi prevedono il rimborso in caso di interruzione del viaggio o per l’ingresso anticipato, nonché l’interprete sul posto e ampia assistenza sanitaria.

La maggior parte delle agenzie di viaggio offrono assicurazioni sanitarie incluse nel pacchetto volo e hotel. In questi casi bisogna leggere attentamente le condizioni contrattuali, per evitare di acquistare un prodotto assicurativo lontano dalle proprie aspettative e ad un prezzo poco competitivo. L’ideale è confrontare diversi preventivi per trovare quello più adatto alle proprie necessità.

Migliori assicurazioni sanitarie per gli USA

In linea generale non esiste una polizza per gli USA in assoluto migliore di un’altra. Bisogna scegliere in base al caso specifico e alla tipologia di attività che verranno svolte una volta sul posto. A questo riguardo basti pensare a coloro che partono per l’America per praticare sport estremi oppure svolgere mansioni lavorative a rischio. Avere una polizza sanitaria diventa poi irrinunciabile per alcuni soggetti a rischio, ma anche per le donne in stato di gravidanza e per chi soffre di determinate patologie.

In fase di acquisto dell’assicurazione sanitaria per gli USA è bene richiedere e comparare i pacchetti proposti delle varie compagnie, considerando le singole voci, quali massimale, franchigia, eventuale copertura per spese odontoiatriche, responsabilità civile e l’età massima assicurabile. Buona regola è puntare sull’assicurazione che in definitiva offre il rapporto qualità prezzo maggiormente convincente.

Quando non si ha molta dimestichezza con il settore assicurativo è anche importante consultare un glossario per conoscere il significato dei termini tecnici, oltre che richiedere l’assistenza e il supporto di un consulente. In questo maniera sarà facile comprendere cosa vuol dire, ad esempio, pagamento diretto delle spese mediche e decidere se un’assicurazione possa fare o meno al proprio caso. Molte compagnie, infatti rimborsano direttamente tutte le spese mediche che superano una determinata soglia, così che il contraente non dovrà anticipare nulla. Tuttavia, il più delle volte questa possibilità non viene contemplata nel contratto.