Il sogno dei centauri: Una Harley Davidson e la Route 66

Il sogno dei centauri: Una Harley Davidson e la Route 66

L’immagine è ben chiara nelle menti di tutti quelli che hanno visto almeno un film americano: centinaia di chilometri di strada asfaltata, un sole che spacca le pietre e il silenzio… se non per il rombo di una Harley Davidson! Questo è il sogno di ogni centauro che si rispetti, poter una volta nella vita poter andare da una costa all’altra degli Stati Uniti da solo con la sua moto o perchè no, in gruppo di altri centauri.

Il fascino intramontabile della Harley Davidson

Sarà il design vintage ma ancora così accattivante o sarà la mitizzazione che si è venuta a creare intorno a questo bolide grazie ad Hollywood, la motocicletta Harley Davidson è un simbolo, di libertà e ribellione, di chilometri su strada e raduni di appassionati. Il mito nasce nel 1903 dal sogno di due ventenni amici d’infanzia, William Silvester Harley e Arthur Davidson, che crearono il primo prototipo di bicicletta motorizzata.

L’istinto era chiaro e già dietro questa immagine di amicizia si basa uno dei valori più forti della Harley Davidson: unire gli appassionati. La storia della nostra motocicletta non è stata facile sin da subito, molti i prototipi che furono abbandonati prima di trovare il mix giusto di ingegneria e design che sarebbe poi rimasto nella storia come marchio impossibile da non riconoscere.

La Route 66

E parlando di miti, qualcuno ha il coraggio di dire che non ne ha mai sentito parlare della Route 66? Questa meravigliosa stada asfaltata fu una delle prime highway federali, inaugurate nel 1926 che collegava originariamente Chicago con la meravigliosa spiaggia di Santa Monica, attraversando diversi stati come Illinois, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas,Nuovo Messico, Arizona e California per una distanza complessiva di 3755 chilometri.

Come può una strada aver creato un mito? Gli amanti dei viaggi on the road lo intuiscono, passare da una sponda all’altra, come collegamento tra due oceani è a dir poco poetico. Se poi a farlo è a bordo di una motocicletta, è meglio che sia una Harley Davidson! Sono migliaia i turisti che ogni anno scelgono la Route 66 per i loro viaggi, in camper, auto e soprattutto in moto.

Non è assolutamente difficile trovare nei piccoli paesini attraversati da questa maestosa via, locali con all’esterno delle vere e proprie esposizioni di questi gioiellini. Ci sono siti che danno tantissimi consigli su come organizzare il proprio viaggio in moto on the road con una Harley Davidson: per una durata di circa 15 giorni, compreso noleggio moto, il costo si aggira intorno ai 2385 euro per vivere il sogno di ogni motociclista! Solo voi, la moto e tutte le piccole cittadine che attraverserete coi i loro locali tipici. Se non si può chiamare questo sogno!

Ma il mito, bisogna viverlo solo sulla Route 66?

In attesa di poter fare il vostro viaggio della vita, se siete appassionati di questi bolidi su quattro ruote, così nostalgici eppure allo stesso tempo così potenti e belli, potete iniziare ad informarvi sul sito di uno dei concessionari di Harley Davidson più completi d’Italia https://catalanogroup.eu/american-clan/.

Qui troverete informazioni, dettagli e curiosità sui vari modelli di Harley Davidson: dalla pronta consegna, ai test drive all’assistenza, questa concessionaria ha tutto quello che serve per chi vuole entrare in questo mondo di appassionati ma è anche estremamente utile per chi ne ha già una e vuole continuare ad alimentare la sua passione. Affidatevi ai migliori per avere il meglio dell’esperienza Harley Davidson in Italia. La vita è una, perchè non viverla su due ruote?